Psicologia nell’infanzia e nell’adolescenza

INTRODUZIONE

I problemi legati alla salute mentale non sono rari in persone al disotto dei 25 anni d’etá.
Alcuni di tali problemi sono relativamente lievi e di breve durata, mentre altri possono causare gravi inconvenienti a giovani, bambini ed i loro familiari per periodi prolungati.
Sia i bambini che i giovani potrebbero essere affetti da depressione ed ansia, comportamenti di sfida o incoerenti, disturbi del comportamento alimentare, comportamento autolesivo, avere difficoltá nell’adattarsi ad una malattia o ad una perdita in famiglia.
I problemi legati alla salute mentale sono controllabili. Voi stessi potete assistere il vostro bambino o giovane familiare a vivere una vita felice, appagata ed incoraggiarli a discutere fattivamente dei loro problemi.


Quando chiedere aiuto

Di solito, i primi ad accorgersi dei cambiamenti sono i genitori o gli insegnanti, ma trovano difficile parlarne.
Potrebbero sentirsi imbarazzati nel chiedere aiuto o a chi rivolgersi per ottenerlo, per cui vorranno aspettare, nella speranza che la cosa si risolva da sola. Ma per ció che riguarda i disturbi psicologici, prima si agisce nel cercare aiuto, meglio é.
Se non siete sicuri circa la salute del bambino, la cosa migliore da fare é ottenere consigli professionali.
Il primo passo da fare é di parlarne con il vostro pediatra o medico di famiglia, oppure con il suo insegnate a scuola. Per i bambini o giovani ragazzi é sufficiente ed efficace una consulenza o una terapia di breve durata.

A cosa bisogna stare attenti

I disturbi psichici non derivano da una singola causa, ma alcuni fattori come un lutto, l’essere discriminato, esser vittima di violenza a scuola di maltrattamenti, difficoltá in famiglia possono contribuire ad essa.
Quelli che seguono, se dovessero protrarsi per qualche settimana, sono alcune indicazioni di problemi nei bambini e nei giovani, ed in tal caso sará il momento di cercare aiuto professionale:
• Incapacitá di adattarsi con altri bambini
• Evidenti difficoltá nello studio
• Evidente perdita o aumento di peso
• Cambiamenti nel sonno o nell'alimentazione
• Paura generalizzata
• Mancanza d’energia o motivazione
• Irritabilitá
• Irrequietezza, inquietudine e difficoltá nel concentrarsi
• Opposizione eccessiva o aggressivitá
• Pianto in continuazione
• Stare meno tempo o addirittura evitare gli amici
• Sentirsi disperati o incapaci
• Rifiuto di andare a scuola o partecipare ad attivitá ordinarie.
• Abusi alcolici o altri farmaci

Nel caso in cui i bambini o ragazzi sentissero il persitente bisogno di farsi del male o di voler morire, allora é il caso urgente di cercare aiuto professionale.