Medicina Omeopatica





IL MEDICINALE OMEOPATICO O RIMEDIO

Il medicinale omeopatico è costituito da dosi infinitesimali di una sostanza di origine minerale, vegetale o animale.
Talvolta si sente erroneamente affermare che l'omeopatia curi con le erbe, creando confusione con altre pratiche terapeutiche che non hanno nulla in comune con esso, come la fitoterapia, la gemmoterapia, l'utilizzo di infusi o decotti erboristici.

Esistono diversi approcci terapeutici che si avvalgono della prescrizione di medicinali prodotti alla maniera omeopatica, di cui esiste una farmacopea:
l'approccio «unicista» che usa un solo rimedio; l'approccio «pluralista» che si avvale dell'uso di più rimedi; e quello «complessista» che utilizza più rimedi miscelati assieme.

Nel vasto campo dell'omeopatia sono incluse anche la medicina antroposofica e la omotossicologia.
L’Omeopatia Unicista prescrive esclusivamente un solo rimedio omeopatico monocomponente per volta (Rimedio Unitario), il cosiddetto “simillimum”, cioè il rimedio più simile alla sintomatologia peculiare fisica e mentale del paziente.

I VANTAGGI OFFERTI DALLA MEDICINA OMEOPATICA


• un approccio olistico che considera tutti gli aspetti della persona(la sfera fisica, mentale ed emotiva), agendo alla radice del problema;
• la non-tossicità dei rimedi omeopatici, che non hanno dunque effetti collaterali ;
• la considerazione della persona nella sua individualità;
• gli effetti duraturi nel tempo rispetto ad un qualsiasi altro medicinale;
• il costo contenuto del rimedio omeopatico.

È opportuno ricordare al paziente di rivolgersi sempre ad una persona competente in materia e di evitare l’autocura.
L’Omeopatia unicista prevede la prescrizione di un solo rimedio scelto in maniera individuale dopo un’attenta anamnesi e studio del caso.
Quindi è necessario ed importante rivolgersi ad uno specialista